venerdì 21 aprile 2017

Tanta merda

Quando a teatro s'andava con la carrozza trainata da cavalli, una grande quantità di sterco davanti alla sala indicava un grande afflusso di spettatori e per questo che ancor oggi agli attori si augura "Tanta merda".

Roberto Benigni è proprio uno di quelli ai quali un augurio del genere sorge spontaneo: infatti non esiste categoria umana più disprezzabile che un comunista arricchito. Questo non certo per il fatto che si arricchisca (TUTTI devono avere la possibilità di arricchirsi, se lo vogliono) ma perché, in base ad una moltitudine di riscontri personali, una volta arricchiti, i comunisti tendono a diventare i più spregevoli capitalisti che si possa immaginare, attaccati al denaro, al potere, sprezzanti dei diritti altrui, perennemente con la puzza sotto al naso ed incapaci di riscontrare la profonda ipocrisia denotata dalle loro esternazioni: la dimostrazione - come sostengo da sempre - che alla base del grande consenso che ha riscosso in passato questa ideologia, c'è un forte sentimento d'invidia per il possesso, un egocentrismo sconfinato. La naturale conseguenza dell'invidia è l'odio che poi rimane radicato nella personalità del pervenuto anche quando non ha più motivi per invidiare il prossimo. Fatti, non opinioni personali. Lo sanno tutti quelli che hanno vissuto.

L'amico del presidente americano più guerrafondaio della Storia si dimostra essere un voltagabbana di prim'ordine: da comunista a capitalista, da paladino della Costituzione a suo detrattore. Per il denaro e per il potere tutto è lecito. Del resto è un (mediocre) attore, indesiderato perfino in massoneria, che, anche se fa ridere di più quando vuole far piangere e viceversa, deve pur sempre lavorare e quindi perorare qualsiasi causa (tanto gente del genere non ha coscienza) come facevano i sofisti dell'antica Grecia che si vantavano di poter dimostrare tutto ed il suo contrario.

Merda a secchiate - se la merita - da un comico vero, di quelli che fanno ridere e pensare:



martedì 18 aprile 2017

Come far pagare di più il gasolio



A Pasqua non tutti sono più buoni: ci sono anche quelli che diventano più furbi. Domenica ne ho avuto una dimostrazione al momento di rifornire la mia auto di gasolio, presso la pompa ENI (ex AGIP) di Castellina in Chianti (SI).

In base alla normale procedura, ho parcheggiato l'auto nelle vicinanze degli erogatori, ho sbloccato lo sportellino ed aperto il tappo, sono andato all'isola adiacente per effettuare il pagamento all'automatico ed ho selezionato la pompa desiderata...
Dopodiché, sono tornato al distributore ed ho cercato di estrarre la pistola, convenzionalmente nera, relativa al gasolio ma l'ho trovata bloccata da una fascetta a strappo.

sabato 15 aprile 2017

Trasporti pubblici: 200 Euro di multa per gli italiani che non pagano il biglietto



Come per il cavallo Gondrano della Fattoria degli Animali, il (mal)Governo ha elaborato un piano per tutelare le aziende private che si sono accaparrate il monopolio dei trasporti formalmente pubblici: una salata multa per chi non ha il biglietto che ovviamente sarà comminata esclusivamente ai cittadini italiani - sempre loro, come per il cavallo di Orwell -  non tanto per principio ma perché i controllori hanno giustamente paura e applicheranno la sanzione (perché devono pur svolgere almeno una parte del loro dovere) ai cittadini meno abbienti, coloro che rischiano una multa pur di risparmiare l'iniquo (in una società evoluta) costo del biglietto.
I sudditi italici dovranno allora lavorare più duramente per rimborsare i mancati guadagni delle aziende private: bella prova di fedeltà per il Governo!

venerdì 14 aprile 2017

Ve lo diciamo cantando

Una volta tanto, la satira smette di essere di regime (cioè di sinistra) e si manifesta più indipendente ed oggettiva, vox populi come dev'essere.

mercoledì 12 aprile 2017

Confondere l'oggetto col soggetto


In due recenti post, ironizzavo sull'incapacità di individuare i rapporti causa-effetto che manifestano i nostri politici nonché i media che li supportano.
Non immaginavo che mi avrebbero dato ascolto (io scherzavo), almeno a Stoccolma dove evidentemente leggono questo blog...!
Infatti, per mettersi al riparo da attentati motorizzati, ciò che resta della decadente società svedese ha pensato bene di suggerire un divieto assoluto di parcheggio e circolazione nei centri abitati, mostrando una "logica" simile ai nostri politici che sono convinti di combattere il crimine

lunedì 10 aprile 2017

Intermezzo musicale

 " La velocità assume l'aspetto di un traguardo intellettuale e si capisce allora perché Herbert von Karajan fosse sedotto da quello strumento capace di produrre un suono che tuttavia gli risultava impossibile armonizzare con quelli delle grandi orchestre che comandava a bacchetta. L'armonia di un dodici cilindri di Enzo Ferrari, diceva, era unica nel mondo dei suoni del quale Herbert von Karajan era padrone assoluto, ed era stato il primo a capire che il motore emette una voce che non va confusa con un volgare rumore. (citato in Corriere della sera, 7 luglio 1998) "

sabato 8 aprile 2017

Smoke on the Water, Fire in the Sky, Trucks on the Crowd



Se i Deep Purple avessero scritto in questi giorni il loro brano più famoso, probabilmente la terza frase del ritornello sarebbe stata quella indicata.
Infatti, per quanto riguarda il Fumo nell'Acqua ed il Fuoco nel Cielo, invece che allo sfortunato concerto svizzero di Frank Zappa, si sarebbero ispirati ai missili appana lanciati dalle navi americane contro la Siria mentre per i Camion sulla Folla, in questi ultimi tempi fino a quello recentissimo di Stoccolma, è diventato un must e giustifica sempre più sempre il mio appello a limitarne l'uso e la detenzione...

Anzi, visto che ci troviamo in argomento, potrei lanciare un altro appello alla limitazione di personaggi competenti eletti a cariche pubbliche.
Se è vero che la cosa ci protegge da uno scivolone verso il corporativismo -

martedì 28 marzo 2017

Una 500 Abarth per l'ispettore Coliandro


La delinquenza dilaga e oggi più che mai è necessario che le Forze dell'Ordine si dotino di strumenti adeguati ed al passo con i tempi per contrastare una delinquenza sempre più sfrontata grazie al garantismo offerto loro dal nostro sistema legislativo e dall'impossibilità materiale per le vittime di difendersi in maniera legale.

Prima di sviluppare il tema, un appunto di fisica. Cosa c'entra? C'entra, c'entra...:
La quantità d'energia cinetica "Ek" che possiede un corpo in movimento varia in funzione della sua massa "m" espressa in chilogrammi e della sua velocità "v" espressa in metri al secondo, nella proporzione:

sabato 25 marzo 2017

L'ignoranza è la nostra forza

 Orwell aveva ragione ed io mi sbagliavo quando immaginavo che darsi da fare per diffondere informazioni e rivelare verità occultate fosse un impegno utile alla società.

I nativi americani salvarono la loro etnia nel momento in cui, nella loro saggezza, decisero di smettere di combattere l'invasore bianco quando si resero conto che se era capace di costruire armi da fuoco e "cavalli di ferro", non avevano alcuna speranza di batterlo con archi e frecce. Solo in questo modo evitarono lo sterminio totale,

mercoledì 15 febbraio 2017

Il vantaggio di possedere auto di lusso

Tra le tante campagne disinformative, di quelle volte a focalizzare l'attenzione della gente su problemi marginali o del tutto insignificanti, ce n'è una che ha messo in comparazione il numero di auto di lusso circolanti col numero di dichiarazioni dei redditi tali da renderne lecito il possesso, sempre secondo PARAMETRI ARBITRARI FISSATI DAL FISCO.

Cherokee "di lusso" valore di mercato: 0
Infatti l'unico parametro che individua come "di lusso" un'auto secondo il fisco è la sua potenza fiscale ovvero la cilindrata ovvero (in parte) la potenza del motore.
Questo significa che se avete ereditato una Jeep Cherokee da 4000cc a benzina, acquistata nuova nel 1988 da vostro padre che a quel tempo, con la Lira poteva permettersela, anche se ora è poco più che un rottame - ma funziona perfettamente e rappresenta per voi un ricordo affettivo - ed il suo

martedì 14 febbraio 2017

E' la Natura che chiama, Gennà!

 Il titolo è riferito alla battuta finale della scenetta contenuta in uno spot pubblicitario diffuso anni addietro ma che oggi descrive bene una delle motivazioni per cui le molestie a carico delle donne, stanno diventando una vera emergenza in Europa; in particolare in Italia, Germania e Svezia.

Diciamo subito che statisticamente, esiste una stretta correlazione tra il numero di immigrati presenti in un Paese ed il numero dei casi di stupro. Questo è un dato di fatto censurato dal Politicamente Corretto ovvero da quella disinformazione di regime tesa a nascondere la realtà oggettiva:

lunedì 13 febbraio 2017

Tecnologie occulte


Come già messo in evidenza in passato sulle pagine di questo blog, lo stato dell'arte tecnologico è incredibilmente più avanzato di quello che si vorrebbe far credere. Ma mettere a disposizione della comunità tecnologie "troppo" avanzate, sortirebbe un effetto distruttivo per il Sistema di potere: emanciperebbe le masse finora schiavizzate, in quanto già solo la disponibilità di energia a costo zero sarebbe sufficiente a fornir loro mezzi di sussistenza e prosperità. Dovessero pervenire a tale condizione, non avrebbero più alcun motivo di sottomettersi al volere dei potenti. Anzi i potenti, automaticamente, non potrebbero più

sabato 11 febbraio 2017

La Patata Lessa

 Sulla... scottante questione - sicuramente di grande rilevanza per il nostro Paese - della Patata Bollente che a questo punto sarà anche lessa, il Movimento immobile mostra, con la sua indignazione, di applicare due pesi e due misure, anzi quattro, su ciò che riguarda l'immagine pubblica dei politici ed anche la loro rispettabilità personale.
Rapportiamo il caso "Raggi" ad esempio agli innumerevoli casi "Berlusconi".

Prima discriminazione, di tipo politico - Sembra che in Italia sia lecito, quasi doveroso, sfottere e fare le pulci a

venerdì 10 febbraio 2017

Il giorno dell'oblio

 

Un grave episodio di censura storica si è verificato a Bologna in occasione del giorno di commemorazione delle atrocità partigiane delle Foibe carsiche.
Beffardamente, la scusa per dimenticare le vittime di quella pulizia etnica, è stata la visita in città - ipocritamente concordata già da tempo dall'amministrazione comunale - del ministro italiano (si fa per dire) Kyenge impegnata in un tour propagandistico incentrato, ancora una volta, sulla pulizia etnica a cui sottoporre il popolo italiano, ma questa volta non solo quello istriano ma di tutta la penisola.
Non c'è da meravigliarsi più di tanto, non solo per la consuetudine acquisita di calpestare gli italiani sia nell'immediato che nella memoria storica ma anche perché l'episodio si è verificato nella culla territoriale di quella sottocultura anti-italica che generò, a fine della Seconda Guerra, un grande

giovedì 9 febbraio 2017

Ipnosi di massa: comprare acqua in bottiglia



La pubblicità sistematica attuata soprattutto negli ultimi due decenni, ha inculcato un comando post-ipnotico nei consumatori italiani spingendoli a preferire l'acqua imbottigliata a quella del rubinetto, nonostante quest'ultima sia mediamente di migliore qualità e centinaia di volte meno costosa della prima.
Ma tutti sanno che gli italiani adorano farsi del male per cui si tratta di un fenomeno comprensibile, per quanto assurdo.

A peggiorare il fenomeno anche la fissazione di DOVER bere "tanto", sempre inculcata attraverso la pubblicità ma non raccomandata affatto per la salute da NESSUNO STUDIO SCIENTIFICO AL MONDO.

mercoledì 8 febbraio 2017

Terremoto: stanziati 97 milioni di Euro per favorire il dissesto idrogeologico


Avete letto bene: alla faccia del "Paese in crisi economica" e dei terremotati sopravvissuti all'inverno nonostante il menefreghismo di Stato, non c'è stato alcun problema a reperire una cifra esageratamente sproporzionata per finanziare in maniera opulenta una manifestazione di golf, uno dei passatempi elettivi dei ricchi assieme al polo ed all'equitazione che, almeno quest'ultimo, è uno sport.
Inutile ma doveroso precisare che gli amministratori destinatari di tali fondi sono tutti legati al Partito antiDemocratico per militanza diretta, parentela o altro tipo di nepotismo spartitorio della ricchezza pubblica.

Fin qui nulla di strano, l'Italia è uno dei Paese (ancora!) più ricchi del mondo, non solo #1 in the world per l'arte ma ai vertici anche per patrimonio